Bonus per il 2014? Vediamo che succede!

ecobonus

DETRAZIONI PER INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLABILI

La nuova disposizione di proroga della detrazione maggiorata prevede la detrazione delle spese di riqualificazione energetica di edifici già esistenti nella misura del:
– 65% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2014;
– 50% per le spese sostenute dal 1°gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015.

Gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio fruiscono di un ulteriore semestre di agevolazione potenziata, per cui la detrazione spetta nella misura del:
– 65% per le spese sostenute fino al 30 giugno 2015;
– 50% per le spese sostenute dal 1 ° luglio 2015 fin o al 30 giugno 2016.

Dal 1°gennaio 2016, o dal 1 luglio 2016 per gli interventi condominiali, la detrazione scende al 36%, cioè la medesima misura prevista per gli interventi di ristrutturazione edilizia.
La detrazione dovrà essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Per chi fosse interessato è bene rivolgersi a strutture che possano dare supporto per l’espletamento delle pratiche e fare riferimento a siti ufficiali specifici della materia.

Interventi su Immobili Residenziali
La legge di Stabilità ha previsto proroghe e diverse misure per il biennio 2014 e 2015; quindi salvo ulteriori interventi normativi, dal 1° gennaio 2016 la detrazione torna ad essere del 36% per un ammontare massimo di 48.000 euro per unità immobiliare.

I lavori che rientrano tra gli interventi agevolati di recupero edilizio di cui all’art. 3 del D.P.R. 380/2001:
a) manutenzione ordinaria (solo sulle parti comuni condominiali);
b) manutenzione straordinaria;
c) restauro e risanamento conservativo;
d) ristrutturazione edilizia.

Rientrano nell’ambito delle agevolazioni anche:
– gli interventi di realizzazione di autorimesse;
– i lavori di eliminazione di barriere architettoniche;
– gli interventi di bonifica dell’amianto;
– gli interventi atti a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti (impianti antifurto)
– lavori finalizzati alla cablatura degli edifici ed al contenimento dell’inquinamento acustico.

La nuova disposizione prevede la proroga della detrazione nella misura del:
-50% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2014;
-40% per le spese sostenute dal 1°gennaio 2015 al 31 dicembre 2015.

La detrazione del 50% o 40% della spesa è consentita in 10 quote annuali

Fino al 31 dicembre 2015 il limite massimo di spesa agevolabile è di euro 96.000 per unità immobiliare. Le condizioni dell’agevolazione sono quelle operanti nell’anno di pagamento che sarà da effettuarsi tramite bonifico bancario.

Per chi fosse interessato è bene rivolgersi a strutture che possano dare supporto per l’espletamento delle pratiche e fare riferimento a siti ufficiali specifici della materia.

Richiedi un preventivo gratuito